Detrazione irpef per materasso: come e quando applicarla

materasso

Cerchi delucidazioni in merito alle detrazioni Irpef sui materassi? Sei finito nel posto giusto, oggi ti spieghiamo tutto quello che c’è da sapere.

Oggi affrontiamo un argomento un po’ complesso, quando si parla di detrazioni Irpef infatti non sempre si finisce per avere un quadro molto chiaro davanti.

Questo perché spesso girano voci non sempre affidabili sulle agevolazioni che un professionista o una persona può ricevere. Lo sgravio fiscale infatti può eccome agevolare alcune categorie di persone, ma ne lascia inevitabilmente fuori altre, le quali, per una serie di questioni tecniche e burocratiche, non riescono ad accedere alla detrazione.

È il caso delle spese sanitarie e dell’acquisto del materasso ortopedico.

Se stai pensando di acquistare un materasso terapeutico è giusto che tu sappia che la spesa non sempre riesce a fruire della detrazione Irpef.

Oggi ti spiegheremo come e quando poterla richiedere. Prima però è necessario fare un po’ di chiarezza, per avvicinarti meglio a questo mondo di paroloni e burocrazia.

Procediamo.

Che cosa sono le detrazioni Irpef?

Per  detrazione Irpef si fa riferimento ad una riduzione dell’imposta fiscale ( o, se vi risulta più semplice, a una cifra che viene sottratta dalle tasse) che può essere applicata in alcune speciali casistiche. Abbiamo le detrazione che riguardano il reddito da lavoro (o per carichi di famiglia) e quelle sulle spese che un individuo fa. Nel primo caso possiamo parlare di detrazioni di lavoro autonomo, di impresa per carichi di famiglia. La seconda casistica è invece più ampia e complessa, poiché le detrazioni vengono calcolate in percentuale della spesa che include tra le tante cose – come mutuo, energia e costi edilizia – anche le spese mediche. Dunque quando si applicano, di preciso, queste chiacchierate detrazioni?

Quando si applicano?

Per quanto riguarda le pensioni, una persona che riceve una pensione al di sotto di 55.000 euro può tranquillamente accedere alla detrazione fiscale. In caso di reddito di lavoro, ad esempio, le detrazioni fiscali si applicano in caso di redditi assimilati come retribuzione da parte di terzi, rendite da fondi pensionistici, rendite vitalizie a tempo indeterminato e borse di studio.

In caso di spese mediche

Anche chi è soggetto a determinate spese mediche può usufruire della detrazione fiscale. Per spese mediche intendiamo l’acquisto o la realizzazione di protesi o per carrozzine supporti per anziani e disabili. Tra le altre cose che rientrano nella spese sanitarie troviamo  cuscini terapeutici, poltrone, cuscini jerico, pannoloni per l’incontinenza, letti e  materassi terapeutici ( ma questo lo sapete già). Dunque, quando la spesa del materasso può fruire dello sgravio fiscale?

Detrazione irpef su materasso

Tanto per cominciare un individuo può essere agevolato con una detrazione del 19% solo una volta presentata, al Caf o al consulente fiscale, una che certifichi la patologia, l’intestazione al soggetto e l’acquisto del materasso. A volte è importante allegare al tutto, la prescrizione rilasciata dall’Asl del proprio comune di appartenenza, che certifichi anche l’esigenza del il sussidio richiesto. È infine altrettanto importante che il certificato presenti e attesti un’invalidità motoria ( nel caso del materasso) o  visiva, linguistica e uditiva ( nel caso di altre spese mediche).